Chapter 31. Vacanze romane


		   5 Agosto 2000 - Gifagra (Diego)

L'antefatto: Venerdý sera alle 10 circa mi chiama Dario "Darkpand"
Mariani per informarmi che l'indomani si sarebbe fatto quella specie
di "meeting" a Roma di cui mi aveva giÓ accennato e scusandosi per non
aver potuto farmi sapere prima. Stabilito il meeting point e
organizzato il viaggio con i miei mi sono allettato.

Partenza drastica e traumatica alle 9.08 per essere a Saxa Rubra alle
10, dopo 80 Km e un milione di curve sotto l'acqua, senonchŔ,
all'altezza di Vetralla (Vt), mi telefona Dario per chiedere, avendo
perso il pullman, se fosse possibile passare a prenderlo. E' difficile
descrivere a parole le facce assunte da mia madre e mia sorella al
pensiero di doversi stringere per farne salire un altro (famiglia
numerosa siamo).
Caricatolo, dirigiamo verso Roma, sotto l'acqua che riprende a cadere
copiosa.

La discesa a Saxa Rubra non Ŕ delle pi¨ felici, per la posizione
abbastanza "'nder mezzo a'a strada" conseguenza dell'errata
interpretazione della selva di cartelli discordanti da parte
dell'autista.
Rimasti soli, io e il Dario, percorriamo sotto la pioggia il tratto
che ci separa dalla stazione e, acquistato il biglietto, saliamo sul
trenino.  Direzione: UniversitÓ "LA SAPIENZA".
All'uscita dalla metro ci accoglie un acquazzone, che poi ci
accompagna fino alla fine del pranzo. All'UniversitÓ non combiniamo
niente (logicamente, essendo Sabato), tranne la forte pulsione al
furto di una Sun SS 10 "completa" lasciata incustodita in un
laboratorio.
Riprendiamo la metro e raggiungiamo la via Tuscolana, per incontrarci
col Vampire e andare a pranzo. L'acqua scende dal cielo "che pi¨ de
quel modo 'np˛ vený" e ci infiliamo nel MacDonald dove consumiamo il
pasto (che a sua volta ci consuma anni di vita).
Finita la "tempesta" la quiete.
Sotto un piacevole sole raggiungiamo casaVampire e facciamo un tuor
alla scoperta dei "tesori" nascosti tra il mobilio.
Ci appropriamo dei pc e giochiamo con l'ADSL e gli Mp3.
Per avere un'idea di come appare l'insieme, provate a prendere le foto
sul sito di Tix e scuotetele un poco...............
Le cose pi¨ belle viste sono il power pc di marzaglia (purtroppo senza
ram) e un portabile Sony con processore MIPS.

Dopo un'oretta di "gioco" si unisce all'allegra compagnia anche il
Cthulhu.
Devo dire che fa veramente impressione, a onore di ci˛ che se ne
racconta.
Gli ho detto che fa male a non venire ai raduni e alle fiere e lui per
ripicca mi ha buttato per terra il portatile. Proprio un animale!

Da Roma sono ripartito con qualche stecca di memorie SIPP per il 286,
un processore 486 DX 33 e il cd di OS/2 Warp.